domenica 6 ottobre 2013

Piú simpatico di uno spagnolo che fa paragoni.

La vera natura di un popolo - ne sono convinta -si capisce dalle sue conversazioni. A ben vedere é anche per questo, se amo gli spagnoli. Perchè sono fissati con i paragoni. Tu ci parli per un po' e...zac! Ti piazzano in mezzo alla frase una comparazione umoristica di massima efficacia. Sempre geniale. Molte volte spiazzante. Spesso poco diplomatica. 'Na roba tipo "sei più pericoloso di Michael Jackson in un asilo", per intenderci. 
Se non ci sei abituato a te scappa da ridere, è inevitabile. E loro ti guardano straniti, chiedendosi con tutta probabilità cosa diavolo ci sia di divertente in una battuta ormai entrata da anni a far parte del dire quotidiano.

Ecco: quelle comparazioni, per me, sono l'anima stessa della gente spagnola. La descrizione perfetta di uno spirito scherzoso. Di una vita vissuta col sorriso sulle labbra e una disperata voglia di prenderla alla leggera. 

In tutti questi anni, nel corso delle mie scorribande nella Terra di Cervantes, ho avuto modo di ascoltarne parecchie. E oggi ho scelto di elencarvi le mie preferite, in originale e traduzione italiana. Se ne conoscete altre, al solito, sentitevi liberi di segnalarmele. In caso contrario, spero strapperanno una risata anche a voi. Perchè è dalle risate - quasi sempre - che poi nasce l'amore. 

- Más perdido que un pulpo en un garaje
Più perso di un polipo in un garage. 





- Más feo que El Fary chupando limones

Più brutto de El Fary che succhia limoni.
(Per la cronaca, El Fary è questa personcina qui sotto )





- Más líado que la pata de un romano
Piú incasinato della gamba di romano.

(Líado, letteralmente, vuol dire anche "intricato", "ingarbugliato", insomma, un po' come avvolto da corde o fili. Saputo questo, pensate ai sandali degli antichi romani.)



- Más breve que el vocabulario del Correcaminos
Piú breve del vocabolario di Bee-Beep.



- Más feo que el parto de Mick Jagger

Piú brutto del parto dI Mick Jagger.




- Más feo que mandar a la abuela a por droga
Piú brutto che mandare la nonna a comprar droga. 

- Más feo que pegarle a un padre
Piú brutto che picchiare un padre (da notare che c'é anche la variante peggiorativa "más feo que pegarle a un padre con un calcetín sudado", cioé: "piú brutto che picchiare un padre con un calzino sudato") 



- Más agobiado que el fontanero del Titanic

Piú in ansia dell'idraulico del Titanic.

- Tener más hambre que el tamagochi de un sordo
Avere piú fame del tamagochi di un sordo.




- Más feo que una nevera por detrás
Piú brutto di un frigorifero visto da dietro.




- Más falso que el pelo de un playmobil
Piú falso dei capelli di un playmobil.





- Estás más buena que comer el pollo con las manos


Sei piú buona che mangiare il pollo con le mani.

(in realtá "estar buena" significa in linguaggio colloquiale "essere figa", un po' come il "sei bona" romano, in fondo.) 




- Más contento que un perro con dos colas
Piú contento di un cane con due code. 




Allora? Qual é il vostro preferito? 

3 commenti:

  1. Questo viene dall'Andalusia: "Tiene más vena que una caja de huevas". Tener una vena se refiere a la tendencia homosexual, y basta con ver una foto de las huevas de bacalao o de merluza (antes de cocinarse) para entender el dicho...
    https://www.google.it/search?q=huevas+de+merluza&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=aIdSUsiLFIbbsgausIG4BA&ved=0CDEQsAQ&biw=1745&bih=868&dpr=1&sei=tYdSUrjMDYXZswbVx4HICA&gbv=2

    RispondiElimina
  2. ahahahhahahaha fantastico! Grazie del contributo Andrea!! :D

    RispondiElimina
  3. difficile scegliere...son tutti bellissimi e divertentissimi..
    brava!
    kit

    RispondiElimina